La ricetta della pizza di scarola e un suggerimento per accompagnarla: #mionettosummer

D’estate, si sa, si tende a bere meno vino. Il caldo, soprattutto, ma anche la voglia di consumare cibi più leggeri e di muoversi di più senza sprecare tempo in pennichelle cui saremmo sicuramente costretti se continuassimo a bere gli stessi vini che amiamo di inverno.

Per fortuna però l’Italia è ricca di vitigni e quindi vini non solo diversi ma adatti a tutte le stagioni.

E d’estate, sicuramente, uno dei miei preferiti resta lui: il prosecco. Perfetto per mille occasioni, ed in grado di regalare freschezza. A cominciare dall’aperitivo, per iniziare a rilassarsi in attesa della cena, gustand profumo e aromi e immaginando quelli che verranno.

Si abbina con tutto, salumi formaggi, crostini. Ha un solo difetto: grazie alla sua frizzante leggerezza magari potrebbe spingere a mangiare un po’ troppo già dall’aperitivo. E se ci aspetta una cena *importante* o particolare, meglio non farlo… siete d’accordo?

In particolare, d’estate amo il Prosecco DOC Treviso Extra Dry “MO Collection”, ottenuto da uve selezionate raccolte nel cuore della Valdobbiadene, una regione del Trentino da sempre vocata alla produzione di Prosecco.

L’azienda Mionetto ha un secolo di storia alle spalle, durante il quale ha saputo farsi interprete importante del territorio d’origine e divenire una delle più rappresentative aziende vinicole italiane.
Inn più, la bottiglia Mionetto MO è bellissima: lineare, sinuosa e raffinata. Perfetta per rendere il Prosecco DOC Treviso Extra Dry “MO Collection” un vino elegante e raffinato sia fuori che dentro”

Insomma, un vino tutto da scoprire: sia visitanto il sito che seguendo gli hashtag #mionettosummer,  #designdelgusto #mionettoprosecco

Io vi raccomando di farci un giro. Ma intanto vi racconto di una delle ricette che più mi piace accompagnare da bollicine di prosecco… la pizza di scarole, la conoscete? Una base di pasta per pizza, arricchita di una cucchiaiata di strutto (o olio e.v.o.) ogni 250 gr e farcita  da una scarola soffritta in padella

Pizza di scarole

 

Pizza di scarola
Write a review
Print
Ingredients
  1. Pasta per pizza, 500 gr
  2. 2 cucchiai di strutto o olio
  3. 1 chilo di scarole
  4. 70 gr olive verdi e nere tagliate a pezzetti
  5. un cucchiaio di capperi sotto sale
  6. 20 gr di pinoli
  7. qualche filetto di acciuga
  8. sale, peperoncino
Instructions
  1. Innanzitutto, pulire e lavare le scarole. Metterle poi in una pentola coperta senza acqua e fare cuocere a fuoco basso in modo che eliminino l'acqua in eccesso.
  2. Intanto in una padella fare soffriggere a fuoco bassissimo il peperoncino. Aggiungere quindi una manciata di capperi e 3 filetti di acciuga, e fare sciogliere queste ultime.
  3. Aggiungere quindi la scarola e far stufare a fuoco basso finché non sia eliminata tutta l'acqua di cottura.
  4. Aggiungere quindi le olieve , i pinoli e correggere di sale se necessario.
  5. Stendere la pasta dividendola in due parti e sistemarne una parte in una teglia, in modo da foderarla.
  6. Farcire con il ripieno e coprire Con l'altra metà.
  7. Ungere bene la superficie con altro olio e cuocere in forno caldo a 200 gradi circa, fino a quando non appaia ben dorata.
SCATTI GOLOSI http://www.scattigolosi.com/

BuzzooleVi è piaciuto quello che avete letto? Se sì, lasciateci un commento e – magari – condividetelo sui vostri social! Sarà il modo migliore di dirci grazie e per spingerci a continuare a offrirvi post sempre più interessanti!

Grazie sin d’ora a chiunque deciderà di farlo!

Comments

comments

Leave a Reply