TOP

“Pasta patate e provola”

pasta patate e provola-3
Prima della ricetta della pasta patate e provola  permettetemi una divagazione.
Non sono brava a raccontare delle cose che faccio: non amo fermarle  racchiudendole dentro parole. Cosi’ come non ho mai amato le fotografie di vita quotidiana o, peggio, le riprese video. Preferisco rivivere le emozioni attraverso il ricordo: provo gioia, infatti, nell’accarezzare la  memoria. Magari è solo una forma di  difesa, chissà: in questo modo posso operare una selezione, forse, e  fare tesoro di tutto ciò che ho avuto, anziché perdermi a rimpiangere quello che ho perduto.
 

< style=”text-align: justify;”>Al Salone, mi sono comportata allo stesso modo. Sono andata,  accompagnata da Maria, accogliendo l’invito di Gente del Fud di partecipare ad uno dei  loro showcooking ed ho cucinato: non fotografando nulla di quei momenti, decidendo cioè di godermi in pieno la possibilità di incontrare dal vivo un sacco di persone che, sinora, avevo conosciuto solo attraverso uno schermo. E scegliendo, d’accordo con Titti – la mia compagna di avventura – un piatto tipico campano: la pasta patate e provola. Concendendo, in questo modo, ad Antonio Lucisano – direttore del Consorzio mozzarella di bufala campana dop – di raccontare della provola e delle differenze, spesso dimenticate, con la mozzarella affumicata e a Dario Meo, di Casa Barone, di parlare del pomodorino del piennolo. Due prodotti eccezionali, che se non conoscete vi consiglio di provare in fretta.

Pasta patate e provola

Per prepararla, servono:
Del brodo vegetale, caldo
3-4 pomodorini
1 mozzarella affumicata di circa 200 gr
200 gr di pasta mista
un paio di patate non troppo grandi
mezza cipolla ramata
Un buon olio ev di oliva
basilico
sale, pepe.
 
 
Innanzitutto, il  soffritto: olio e cipolla. Cotti a lungo, a bassa temperatura, in modo che la cipolla diventi dorata e morbida. Poi, le patate, tagliati in pezzi regolari e non tropo grandi e – dopo di queste –  il pomodorino (“schiattato“, dettaglio fondamentale. Se tagliato in pezzetti la sua buccia spessa potrebbe risultare sgradita a chi ama i pomodori: in questo modo, invece, schiacciando e lasciando interi i pomodorini, la buccia rimarrà intera – pur cedendo alla preparazione tutta la sua dolcezza – e potrà essere mangiata o lasciata nei piatti, a seconda del gusto).
 
 
Pasta e patate e provola
 
Qualche mestolata di brodo caldo e coprite parzialmente (con il cucchiaio di legno appoggiato di lato con coperchio sopra) continuando a cuocere fino a che le patate non siano vicine alla cottura.
 
A questo punto, versate altro brodo e al bollore di questo “calate” la pasta. portatela a cottura mescolando spesso e aggiungendo se necessario –  poco brodo per volta. Le patate, per un buon risultato, dovranno cuocersi molto bene, in modo da far spappolare la parte esterna dei cubetti: questo farà sì che la pasta diventi bella cremosa, come si conviene ad una pasta e pataNe che si rispetti.
pasta patate e provola-2

Una volta cotta la pasta, spegnete, aggiungete la mozzarella affumicata tagliata a dadini e mantecate vigorosamente. E poi servite, non dimenticando una spolverata di buon pepe macinato al momento.

Comments

comments

«
»

8 COMMENTS

  • Anonymous on 4 gennaio 2013

    E’ davvero deliziosa….
    Ho provato mmm com’è buona anzi è buonissima.

  • Salvador on 21 novembre 2012

    Sai una cosa? Ho provato ad inserire una piccola variante, purtroppo a causa della impossibilità a reperire la mozzarella affumicata in zona.
    Al posto dei pomodorini ho usato i datterini di Vittoria che mi ha spedito un amico e che li coltiva in serra biologica ed al posto della mozzarella affumicata ho “osato” aggiungere la scamorza di Floresta (un paesino montano del messinese).
    Il risultato è andato oltre ogni aspettativa.
    Il sapore più deciso della scamorza è stato contrastato validamente dalla maggiore dolcezza dei datterini.

  • Patty on 16 novembre 2012

    Mi piange il cuore per due cose: 1) che non ho potuto assaggiarla; 2) che non ho potuto abbracciarti. E l’ordine non è per forza questo.
    Bacione, Pat

  • Paola on 16 novembre 2012

    Wow adoro la pasta e patate e questa ha un aspetto delizioso, complimenti! un abbraccio!

  • nunny on 15 novembre 2012

    Buona!!
    Nella sua semplicità resta un piatto meraviglioso , e direi anche comfort food .A volte , ma proprio per esagerare aggiungo la nduja. Buona me venuta voglia.
    Ciaoooo

  • Antonietta on 15 novembre 2012

    Oh Teresa che poesia!
    La pasta e patate è uno dei miei cavalli di battaglia;è uno di quei primi che quando lo preparo mi siedo e me lo devo godere!!

  • Solema on 15 novembre 2012

    A quest’ora non si scherza con “sti”piatti!!!
    Bonaaaaaa…

  • Memole on 15 novembre 2012

    Appetitosa!!!

what do you think?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.