Diario da by Tourist on the sea. La cena di esordio: il President a Pompei

Ricordate il contest di Pasta  Leonessa cui ho partecipato con la ricetta degli spaghettoni in crema di fresella e colatura di alici? Bene: incredibilmente  – in verità pensavo che leggendo la ricetta mi avrebbero preso per pazza – ho vinto e sono stata invitata ai tre giorni  BY TOURIST ON THE SEA – II EDIZIONE insieme a Maison Milady.  Tre giorni di mare e gastronomia, iniziati ieri con la cena di presentazione del progetto al ristorante  President, di Paolo Gramaglia, che già da tempo conoscevo attraverso facebook ma che non avevo ancora avuto modo di andare a trovare.

 

Una cucina semplice e pulita ma basata su grandi sapori. Un grande racconto,  insomma,  fatto di prodotti campani e realizzato attraverso la semplice sottolineatura delle loro caratteristiche di sapore, profumo e consistenza e senza alcuna volontà di stupire oltre misura.
 

Una conoscenza da approfondire, senza ombra di dubbio. Le foto sono pessime, e non le ho neanche di tutti i piatti,  fatte con il tablet ma la luce era bassa e calda e non mi andava di rovinare l’atmosfera con colpi di flash. Per cui accontentatevi. 🙂

Innanzitutto, il pane. Preparato da Laila, moglie di Paolo, che ci ha accompagnato per tutta la cena con la sua competenza – gentile e discreta – sulla base di ricette tratte da testi risalenti alla antica Pompei. Accompagnati, come in questo caso – panis adipatus, “farcito”, come si intuisce dal nome, con lardo –  da burro di latte nobile preparato di fresco.
Poi, inizia la cena vera e propria, con una Zuppetta fredda di piselli, gambero di nassa e crema fredda di puntarelle. Un delizioso contrasto, sia di sapori che di temperature, ammorbidito dalla dolcezza di un gambero dal sapore estremamente dolce e delicato.
Poi, ancora un antipasto: il polpo all’ombra del Vesuvio. Cotto a bassa temperatura, passato alla piastra e accompagnato da una riduzione di pomodorino del piennolo – dolcissima! – e una di carote, ricottina di fuscella e polvere di caffè. E accanto una quenelle di crema di tarallo sugna e pepe.
Il primo, gli spaghettoni Maruzzella Maruzzè: con lumachine di mare,  e appoggiati su una crema di prezzemolo. Assolutamente deliziosi: proverò a rifarli – che Paolo mi perdoni! – con delle vongole. La crema in fondo è una idea splendida, una sorpresa di sapore che non ti aspetti e che completa di aroma la sapidità tutta marina di questo piatto.
Il secondo: un dentice semplicissimo ma cotto alla perfezione appoggiato su pappa di pomodoro e sorbetto di cipollotto.  Grande contrasto anche qui: di sapori e temperature. Un risultato, nell’insieme, in grado di conquistare al primo assaggio.

Il dolce: “Interpretazione della Cassata Oplontis”, preceduto dal racconto di Paolo del concetto di dolce per gli antichi romani, completamente lontano da quello odierno. Fatto dall’accostamento di una ricotta dolce di latte ma profumata di pascolo, al miele ed alla frutta. Come in questo caso: per un risultato pieno di aromatica dolcezza, stemperato dalle acidità della frutta (in salsa, ma anche fresca).

Insomma, se siete in zona, un indirizzo da tenere in mente.

Ristorante President
Piazza Schettini, 12 – 80045 POMPEI (Na)
Tel. 081/8507245 – Fax 081/8638147
E-mail: 
info@ristorantepresident.it

Comments

comments

Leave a Reply