TOP

“Ciao, Massimo”

Io già mangio poco, eppo pe nu piatt e past accussì e na fell e carn, quant aggia ringrazià?

 Noi no, non ce lo eravamo segnati. E non ci aspettavamo, quella notte, di ricevere quella notizia. Sono passati venti anni, e ancora non sembra vero: ma non per retorica, ma perché il suo ricordo è ancora tanto vivo da diventare *presenza*. Ogni giorno, ogni minuto: come se quella notte non fosse mai accaduta.

 

Comments

comments

«
»

3 COMMENTS

  • Michela on 5 giugno 2014

    Sono passati vent’anni. Eppure Lui è sempre qui.
    Conosco i suoi film a memoria. A lui ho regalato le mie risate più rumorose. Alcune scene sono indelebili nella mia mente. Alcune addirittura molto sottili, sfumature dei suoi preziosi film.
    a volte mi sorprendo a pensarci e ridere. Da sola.

    Mi manca.

    Ci manca.

    E “morto un Troisi non se ne fa un altro”.

  • Gaia on 5 giugno 2014

    Venti anni? di gia?!?
    🙁

  • Elisa on 4 giugno 2014

    Ciao Massimo!

what do you think?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.