Ciao, Massimo

Io già mangio poco, eppo pe nu piatt e past accussì e na fell e carn, quant aggia ringrazià?

 Noi no, non ce lo eravamo segnati. E non ci aspettavamo, quella notte, di ricevere quella notizia. Sono passati venti anni, e ancora non sembra vero: ma non per retorica, ma perché il suo ricordo è ancora tanto vivo da diventare *presenza*. Ogni giorno, ogni minuto: come se quella notte non fosse mai accaduta.

 

Vi è piaciuto quello che avete letto? Se sì, lasciateci un commento e – magari – condividetelo sui vostri social! Sarà il modo migliore di dirci grazie e per spingerci a continuare a offrirvi post sempre più interessanti!

Grazie sin d’ora a chiunque deciderà di farlo!

Comments

comments

3 Responses to “Ciao, Massimo”
  1. Michela 5 giugno 2014
  2. Gaia 5 giugno 2014
  3. Elisa 4 giugno 2014

Leave a Reply