Panini al formaggio Oscypek, salamini, cipolle, paprika e olio di camelina

La mia seconda proposta per il contest sulla cucina polacca cui sono stata invitata a partecipare. Vi ricordo che se vi piacciono le mie proposte, potete votarmi qui:

panini formaggio, cipolle, salame polacco

Ingredienti

  • 380 gr. di farina 0 (io ho usato la
  • 120 ml d’acqua
  • 130 di latte
  • 10 g   di lievito di birra
  • 1 cucchiaio di olio di camelina
  • 1/2 cucchiaino di zucchero
  • 1 cucchiaio di paprica dolce
  • 150 gr di formaggio Oscypek
  • Mezzo chilo di cipolla dorata
  • 1 salamino 
  • qualche fettina di salamino per decorare

    Procedimento

    Mettete nella planetaria la farina ed impastatela con l’acqua, metà del latte l’olio di camelina, il lievito sbriciolato e lo zucchero.

Nel frattempo, grattugiate il formaggio e mescolatelo  alla metà del latte lasciato da parte e aggiungete la paprica. Mescolate bene, in modo da formare una crema e aggiungetela un po’ per volta, a cucchiaiate, all’impasto.

Continuate  fino a quando l’impasto non si presenta piuttosto elastico. Mettete quindi a riposare in una ciotola unta fino a quando non sia almeno raddoppiato di volume.

Rovesciate quindi sul tavolo senza impastare e dividete in porzioni di 40 gr l’una ca.
Formate dei panini tondi e mettete a lievitare coprendo bene in modo che non secchino in superficie.

Quando appaiono ben lievitati, fate un buco al centro e riempitelo con le cipolle. 

Cuocete in forno già caldo a 200 gradi fino a quando non appaiono ben dorati. Ancora caldi, aggiungete un paio di gocce di olio di camelina e   decorate con una fettina di salamino.

Questa, la colazione completa. A più tardi, con i canestrelli alla crema di formaggio fritto e miele.

colazione polacca, le mie ricette per il contest presto sul blogVi è piaciuto quello che avete letto? Se sì, lasciateci un commento e – magari – condividetelo sui vostri social! Sarà il modo migliore di dirci grazie e per spingerci a continuare a offrirvi post sempre più interessanti!

Grazie sin d’ora a chiunque deciderà di farlo!

Comments

comments

Leave a Reply