TOP
Crema di burro alla nocciola

“Crema di burro alla nocciola”

Crema di burro alla nocciola
Questa crema di burro alla nocciola è dedicata, in modo particolare, a chi pensa che la crema al burro sia pesante al gusto: troppo dolce e stucchevole, ed inadatta a dolci buoni e non solo belli. Già, questa crema  è non solo facile, ma OTTIMA. Perfetta per farcire bignè, cannoncini, o – come ho fatto io, seguirà ricetta – il tronco di Natale.
L’ispirazione, la crema delle deliziose pubblicata da rimmel nel forum di gennarino. Per chi non le conoscesse, le deliziose sono un dolce della pasticceria classica napoletana: due dischi di pasta frolla che racchiudono al centro una crema al burro alla nocciola di ispirazione francese (non dimentichiamo che a Napoli la cucina “nobile” la portarono i monsu’, e con lei la pasticceria).
Io, ho un po’ modificato la ricetta di rimmel: innanzitutto, non avendo a disposizione pasta di nocciola, ho utilizzato la Novi che trovo in ogni supermercato e che preferisco ad altre creme per la qualità dei suoi ingredienti. Ho poi scelto burro di panna fresca (il burro, comunque, è facile anche da fare in casa nel caso non se ne trovi di qualità adatta) ed ho ridotto la quantità di burro e zucchero aumentando quello della crema di nocciola. Insomma, ho proceduto così.
250 gr di crema pasticcera (ancora tiepida)
10o gr.di zucchero a velo vanigliato naturalmente,
180 gr.di burro morbido,
4 cucchiai di crema Novi.
Innanzitutto, ho montato il burro con lo zucchero lavorandolo con le fruste elettriche fino a quando non è diventato ben spumoso. Poi, ho mescolato questo alla crema tiepida e, alla fine, ho incorporato la crema di nocciole.
Tutto qui. Il difficile è metterla in frigo a rassodare in attesa dell’utilizzo: soprattutto, se si commette l’errore di assaggiarla….

Comments

comments

«
»

10 COMMENTS

  • Anonymous on 21 marzo 2014

    Ciao Teresa, scusami se avanzo qui un mio dubbio: la crema deve essere ancora calda sia quando si aggiunge lo zucchero che il burro? Nel senso che il burro deve sciogliersi? o essere già morbido e quindi solo amalgamarsi? (mi riferisco soprattutto alla versione originale di Antonia, dove si inseriscono alla crema calda prima lo zucchero e poi il burro) Grazie!
    Florinda

    • Teresa De Masi on 21 marzo 2014

      Io preferisco incorporare ben morbido, e montare bene per ottenere l’aspetto che si vede in foto.

    • Anonymous on 22 marzo 2014

      ok grazie, quindi se ho ben capito, la temperatura della crema deve essere appena tiepida! 🙂
      Florinda

  • Teresa De Masi on 29 dicembre 2011

    Rossella, scusami, ma mi era sfuggita la tua domanda. No, la crema al burro non è adatta per usi a caldo, nessuna crema al burro. Non mi parlare dello zabaione, fabiana, che io ci prenderei delle sbronze, tanto mi piace… :DDD

  • Fabiana on 28 dicembre 2011

    Allo zabaione…..ultraslurp…è uno dei miei gusti preferiti.
    Sarebbe bello annegare in un mare di zabaione o almeno tuffarcisi….un “cimento “alternativo, sai quell’insana abitudine che abbiamo noi di buttarci a mare il primo dell’anno?!!….ecco, molto meglio un tuffo nella crema di burro, zero rischi di polmonite, forse si alza un filo la glicemia!!!

  • Teresa De Masi on 28 dicembre 2011

    Si’, milena, proprio quella!!! 🙂 Rossella, grazie, buone feste anche a te! Tery, provala, e’ davvero buona. E se usi burro di qualità non è assolutamente pesante! Si’, fabiana: ci sono tante cose che finiamo inspiegabilmente per trascurare. E la crema al burro, purtroppo, è una di queste… ne faro’ altre: allo zabaione, per esempio… ;)))

  • milena on 28 dicembre 2011

    ciao Teresa ma la crema novi che hai usato tu è quella che somiglia a quell’altra crema alle nocciole e cacao famosa ?

  • Anonymous on 28 dicembre 2011

    Ciao e complimenti per il blog e per il forum! In particolare questa crema mi fa brillare gli occhi… la proverò sicuramente, vorrei sapere se puo essere cotta, nel senso se è adatta a farcire biscotti di pasta frolla ripieni (tipo grisbi). Grazie mille e buone feste.

    Rossella

  • Tery on 28 dicembre 2011

    Mamma mia che cosa invitantissima! Anche io non amo particolarmente la crema al burro, ma credo che di questa mi innamorerei al primo assaggio!

  • Fabiana on 27 dicembre 2011

    Buonissima idea!!!!
    Spesso la crema di burro è considerata “antica” oltre che pesante e quindi scartata a priori…. grave errore….tu ne sei la dimostrazione!!!!

    ben fatto….adesso mettiamo in pratica e regaliamoci “ancora” un dolce momento!!!

    un saluto

    Fabi

what do you think?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.