Biscotti, Cucinando, Dolce

La ricetta della pasta frolla montata. E l’importanza del suo riposo

ricetta pasta frolla montata

Questa non è solo una ricetta (la ricetta della pasta frolla montata, nella fattispecie) ma una di quelle cose che vanno sotto il nome *cose da sapere*. Il riposo precottura, infatti, è fondamentale per diverse preparazioni: per i  pasticcini alle mandorle, per esempio, e per  tutti i biscotti plissé. Per questi non bisogna avere fretta. Fondamentale il riposo, per dare modo allo strato superficiale di seccarsi e mantenere la forma in cottura. Altrimenti si spatasciano: diventano brutti e bassi. E secchi: già perché il minor spessore pregiudica la cottura, soprattutto all’esterno.

Questi, sono i miei preferiti tra quelli preparati con una ricetta della pasta frolla montata. Agli albumi, un ottimo modo per riciclare albumi avanzati.

La ricetta della pasta frolla montata agli albumi
Write a review
Print
Ingredients
  1. 375 g di burro freschissimo. Oppure, perché no?, fatto in casa
  2. 150 g di zucchero a velo (magari vanigliato naturalmente, dimenticando qualche stecca di vaniglia per un mese almeno in un barattolo - ben chiuso - di zucchero a velo)
  3. 75 g di albumi
  4. 500 g di farina a basso contenuto di proteine
Instructions
  1. Montare il burro, ammorbidito a temperatura ambiente con lo zucchero e aggiungervi l'albume. Incorporarvi quindi la farina e il sale. Lasciare riposare in luogo fresco (non al freddo) l'impasto per un paio di ore.
  2. Riempire quindi la tasca per dolci munita di bocchetta a stella e formare i biscottini direttamente su una teglia ricoperta di carta forno, bagnata e strizzata. Ecco, qui il trucco: non farsi prendere dalla fretta ed aspettare. Almeno tre ore, meglio tutta la notte.
  3. Infornare a 180 gradi per una decina di minuti: vanno tirati fuori non appena iniziano a colorirsi e sono ancora morbidi. Tanto, si induriranno raffreddandosi.
SCATTI GOLOSI http://www.scattigolosi.com/
Biscotti viennesi
Non spaventatevi per il burro fatto in casa: è semplicissimo: basta seguire queste istruzioni!

Vi è piaciuto quello che avete letto? Se sì, lasciateci un commento e – magari – condividetelo sui vostri social! Sarà il modo migliore di dirci grazie e per spingerci a continuare a offrirvi post sempre più interessanti!

Grazie sin d’ora a chiunque deciderà di farlo!

Comments

comments

12 Comments

  1. Quante belle dritte, grazie! avevo notato anche io che con il riposo rimangono in forma,ma non sapevo che è meglio evitare il frigo, li proverò senz’altro! Complimenti per il blog, ripasserò 🙂
    Laura

  2. questi biscotti li faccio anche io.. più o meno.. comunque la cosa di lasciarli “seccare” per mantenere la forma la trovo molto interessante, io lo faccio solo per quelli di mandorle ma ora proverò!!!

  3. Ho fatto dei biscottini di frolla montata dell’Etoile..e stavolta li ho tenuti tutta la notte fuori. Sì Hanno retto meglio!!! Grazie mille!!!!

  4. Ti son venuti perfetti. Queste cose basilari non te le dice nessuno, neanche quei libri che si spacciano per fondamentali di pasticceria! Che rabbia, eppure e’ un’informazione troppo importante. Meno male che ci sei tu! Ci voglio provare molto presto. Un abbraccione. Pat

  5. In effetti, l’aspetto è perfetto! 🙂
    ma, una volta formati i biscottini, il riposo tutta la notte, deve avvenire a temperatura ambiente?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *