TOP

“Focaccia morbida con acqua di filatura di mozzarella di bufala campana”

focaccia morbida ricetta
Questa Focaccia morbida è una ricetta nata mentre impastavo il pane all’acqua di filatura della mozzarella di bufala- Anzi, la pitta calabra (altra storia, maggiore idratazione e impasto più simile alla pizza che al pane): mi sono resa conto che di acqua ne avevo scongelata un po’ troppa. Ne avevo utilizzata giusto la metà: che fare, allora? Di buttarla via, non se ne parlava neppure. Meglio inventarmi qualcos’altro. Magari per cena.
Magari, una focaccia morbida
L’impasto? Diretto e veloce, lo stesso della pitta: ad alta  idratazione, il 70 per cento circa. Un po’ difficile da maneggiare ma di grande soddisfazione. Voi usate pure il liquido di governo della mozzarella, quando vi capita di comprarne: è talmente buono che merita di non essere buttato.
Focaccia ai pomodorini all’acqua di filatura di mozzarella di bufala campana.
Ingredienti
500 gr di farina, io ho usato la Caputo Blu
10 gr di lievito di birra fresco
1 cucchiaio raso di sale fino
60 gr di olio
350 gr di acqua di filatura di mozzarella di bufala campana (voi potrete sostituirla con il liquido di governo a cui potete aggiungere il latte perduto dalla mozzarella al momento del taglio)

300 gr di fior di latte
300 gr di pomodorini
origano
olio e.v.o. (un po’ di questo, serve anche per condire la teglia)

Procedimento

L’impasto va preparato in modo diretto: si impastano coè tutti gli ingredienti (tranne il sale, che è meglio aggiungere alla fine, sciolto in un po’ di acqua) e si lavora la pasta fino a quando questa non abbia preso consistenza, magari usando la tecnica dell’impasto sbattuto. Poi, si aggiunge il sale e si lavora ancora per qualche minuto. 
Lasciate lievitare, in una ciotola coperta, finchè non abbia raddoppiato il suo volume. A questo punto,  rovesciate la pasta  su una spianatoia infarinata  e date un giro di pieghe a 3. Aspettate un’altra mezz’ora, e altro giro.

A questo punto, prendete la vostra teglia (mai la leccarda, pessimo conduttore di calore, per nulla adatto alla cottura) e ungetene bene il fondo con un paio di cucchiai (o più) di olio. Prendete l’impasto e date un folding veloce come fa Glutine in questo video:

Appoggiatela quindi nella teglia e fatela riposare per una ventina di minuti e poi stendetela, sarà semplicissimo, fino a ricoprire tutta la superficie della teglia e conditela come più vi aggrada. Io ho usato pomodorini, fior di latte e origano. E, ovviamente, altro olio.

Tutto qui. La vostra focaccia morbida è pronta.

Comments

comments

«
»

21 COMMENTS

  • Giada on 3 febbraio 2017

    Ciao, ho del siero di latte che mi è rimasto dopo che ho fatto la cagliata e la ricotta, ci posso fare la pizza? lo devo mettere in sostituzione dell’acqua? Che grado di idratazione? Grazie mille

  • SaleQuBi on 17 maggio 2012

    No ma sei troppo avanti Teresa!! Ma che meraviglia l’impasto con l’acqua di colatura!

    • Teresa De Masi on 22 maggio 2012

      Grazie. Ma non è colatura, e mi stai dando involontariamente un’idea… ;-)))

  • Enza Maria Saladino on 16 maggio 2012

    Buonissima, la focaccia ai pomodorini è sempre la migliore! Poi quella che hai fatto tu, con questo tipo di lievitazione deve essere perfetta.

    • Teresa De Masi on 22 maggio 2012

      E’ davvero buona, da provare sicuramente… grazie!

  • Antonietta on 16 maggio 2012

    Anche io una volta ci ho provato a fare il pane,ma mi è venuto pesante e poco alveolato.
    Proverò a seguire passo passo la tua ricetta!

    • Teresa De Masi on 22 maggio 2012

      Dipende da come hai proceduto, o dalla farina… se lo rifai magari ne parliamo…:)

  • muffins on 16 maggio 2012

    Buonissima ricetta e bellissima presentazione. Complimenti! Da oggi ti seguo… se ti fa piacere passa a trovarmi qualche volta!

    • Teresa De Masi on 22 maggio 2012

      Grazie, verro’ a trovarti ti sicuro. A presto.

  • Pola M on 16 maggio 2012

    Ma che bonta’! Devo provarla anche se non so come faro’ con l’acqua della mozzarella!

    • Teresa De Masi on 22 maggio 2012

      Del siero di qualche altro formaggio? Oppure fai del formaggio da te e tieni il siero… 🙂

  • Greta on 16 maggio 2012

    La Caputo blu mi è stata consegnata da un paio di giorni…e già fantasticavo sui prossimi utilizzi, questa focaccia sarà di sicuro una delle scelte, la mozzarella quella buona buonissima mi arriverà venerdì…e anche se mi sento un po stupida nel dirlo, maaaa…non vedo l’ora 🙂

    • Teresa De Masi on 22 maggio 2012

      La hai fatta, poi, greta? Racconti? Anche con un tag su fb… ;))

  • Federica Simoni on 16 maggio 2012

    spettacolare!!!!!complimenti!!!!!!!!!

    • Teresa De Masi on 22 maggio 2012

      Grazie! 🙂

  • Assunta on 16 maggio 2012

    Ma…lo stai facendo apposta? Non posso guardare sta’ bontà a quest’ora!!! :DD
    Anche la Caputo rossa va bene? Ho solamente quella!

    • Teresa De Masi on 22 maggio 2012

      La caputo rossa e’ adatta alla lievitazione lunga, non a questa quindi… falla con il lievito naturale e risolvi!

  • nanocucina on 16 maggio 2012

    che bellissima lievitazione! devo provare anch’io con il mio lievito madre.

    • Teresa De Masi on 22 maggio 2012

      Provaci, è davvero buonissima. Cosi’ poi magari racconti delle proporzioni…

  • Emanuela - Pane, burro e alici on 16 maggio 2012

    Bellissima! Una lievitazione perfetta! 🙂

    • Teresa De Masi on 22 maggio 2012

      Grazie. Ma buona parte del merito va all’acqua della mozzarella, molto ricca di fermetni. :))

what do you think?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.