Ricette preparate da me (e qualche volta anche inventate) ma non solo: anche foto – di cibi, luoghi e produttori – e segnalazioni di eventi cui vale la pena di partecipare. Accompagnate da uno sguardo alle mie foto pubblicate su Flickr, visto che fotografare mi piace *almeno* quanto cucinare.

 

Le mie ultime preparazioni

http://www.scattigolosi.com/wp-content/uploads/conchiglioni-bresaola-21.jpg
Quasi una crudaiola: conchiglioni alla bufala con Bresaola della Valtellina IGP e crema di pomodorino giallo
Dei conchiglioni ripieni alla mozzarella e ricotta di bufala resi particolari dall accostamento al pomodorino giallo e - soprattutto - alla Bresaola della Valtellina IGP
http://www.scattigolosi.com/wp-content/uploads/26330315735_7171850a36_z.jpg
La ricetta della genovese di tonno, anzi no: di palamita. Il mio #notriv
Prima della ricetta della genovese di tonno, consentitemi una divagazione musicale… ricordate? La libertà non è star sopra un albero non è neanche il volo di un moscone la libertà non è uno spazio libero libertà è partecipazione. Ricordate queste parole? Ecco, per quanto mi riguarda non sono mai passate di moda. Soprattutto quanto si tratta di votare, visto che sono abbastanza vecchia da ricordare che il voto è costato lotte e sacrificio – anche in termini di vite umane – e di non considerare *eticamente ammissibile* l’invito al non voto da parte di chi ci dovrebbe governare.  Vorrei essere
http://www.scattigolosi.com/wp-content/uploads/giggino1.jpg
Gigino Aceto, e il suo sogno di trasformare Amalfi in un giardino di limoni
Non deve essere una persona normale, Gigino Aceto. Almeno, non nel senso letterale del termine. A 85 anni, per esempio, è ancora capace di girare con una sporta in spalla piena di limoni, facendomi vergognare del fiatone che non riesco a tenere a bada nel camminargli alle spalle. Poi, guida ancora la macchina, ma a modo suo: senza alcun bisogno di colori – rossi o verdi che siano – che gli dicano cosa fare. Pazienza, se poi ad andare in giro con lui ti vengono i capelli dritti e bianchi: Amalfi è piccola, per fortuna, e la gente per la strada si sposta
http://www.scattigolosi.com/wp-content/uploads/25371678560_c81267a95e_k1-e1457620319576.jpg
Spaghettini con acqua di limone, olio e provolone del monaco di Peppe Guida. Un “uomo che la pasta ce l’ha nel sangue”
  Visto che ieri ero a Milano a Identità Golose, ho approfittato per una chiacchierata con Peppe Guida dopo il suo intervento a Identità di Pasta, dove ha raccontato del suo modo di intendere la cucina. Chi vuole, può seguire il suo intervento su Streamago, e assistere alla preparazione di due dei suoi piatti più recenti: Spaghettini con acqua di limone, olio e provolone del monaco e  gli spaghetti all’aglio e olio, senza olio. Una cosa in particolare, tra le cose che ha detto,  mi ha incuriosito: la sua idea di km zero. Ultimamente, infatti, si parla molto di questo argomento e non
http://www.scattigolosi.com/wp-content/uploads/POMOROSSO-IMMAGINE-STEP9.jpg
In arrivo il contest PomOROsso d’Autore, per promuovere l’autentico Made in Italy e la tutela dell’originalità nel piatto
Innanzitutto, una premessa.  Nello scorso post vi ho spiegato come sia possibile – con una minima spesa – difendere le vostre ricette originali.  Ora, siccome io – e i miei partner MySocialRecipe e La Fiammante ( marchio di punta di una filiera produttiva 100% italiana, caratterizzata da pratiche virtuose e accordi diretti tra agricoltori e industria conserviera )- amiamo la creatività e crediamo che vada valorizzata e difesa, abbiamo pensato a PomOROsso d’Autore, un contest a base di pomodoro ma – soprattutto – di idee originali. Se è vero infatti che “la cucina è Arte, ma è arte di genio e di gusto”,

Le mie foto

http://www.scattigolosi.com/wp-content/uploads/mercato-della-terra-9-620x930.jpg
Il mercato della Terra di Piano di Sorrento: un’occasione unica, per conoscere il sapore di un territorio
Al Mercato della Terra di Piano di Sorrento ci sono stata in maggio. Ma c’è ogni seconda domenica del mese, per cui – se siete in zona – vi consiglio di non perderlo. Nulla di  trascendentale, per carità. Un piccolo mercato ospitato dalla struttura del mercato ortofrutticolo di Piano di Sorrento in Piazza della Repubblica, ma un’occasione unica per scoprire i sapori più autentici del territorio sorrentino.   I produttori presenti sono quelli dei Presidi Slow Food e delle comunità del Cibo di terra e di mare della Penisola Sorrentina, di Castellammare di Stabia, del Vesuvio, dell’agronocerino sarnese e del
http://www.scattigolosi.com/wp-content/uploads/zeppola-e1448147622284.jpg
Le zeppole di San Giuseppe di Nonna Rosa
Le zeppole di San Giuseppe di Nonna Rosa sono quelle più tradizionali, fritte e letteralmente sommerse di crema pasticcera. Ho avuto la fortuna di assistere alla loro preparazione, direttamente dalle mani di Nonna Rosa che – anche se ormai nella pasticceria del ristorante  è quotidianamente sostituita dal nipote Francesco Guida, quando c’è da mettere mano ai dolci più tradizionali non si tira indietro. E in pochi minuti è capace di tirare fuori dalle mani  le preparazioni che hanno fatto la storia della sua cucina. Come queste zeppole di San Giuseppe: dala consistenza particolare, dovuta alla frittura che unisce croccantezza  e
http://www.scattigolosi.com/wp-content/uploads/15547229746_7cd183d5da_z.jpg
Ischia, un sogno lungo tre giorni
Quale voce viene sul suono delle onde che non sia la voce del mare? È la voce di qualcuno che ci parla, ma che se ascoltiamo tace, proprio per esserci messi ad ascoltare. Incredibile ma vero: io, che quando avevo letto del concorso organizzato da Malvarosa edizioni e finalizzato alla consegna dei Food Blog Awards avevo rinunciato in partenza (pensando che *tanto, figurarsi, chissà quante persone più brave di me parteciperanno e quindi che speranze mai posso avere?*) non solo ho deciso negli ultimi giorni di partecipare ma ho addirittura vinto. Già, vinto. Nella sezione food photography. E  grazie a questa vittoria,
http://www.scattigolosi.com/wp-content/uploads/11696499626_ed71cb8f67_o.jpg
I mostaccioli di Soriano Calabro
I mostaccioli di Soriano Calabro in  un po’ di foto, scattate a luglio dell’anno scorso, di uno degli ultimi laboratori tradizionali di mostaccioli, a Soriano Calabro.  Quello di Valentino De Nardo, dove ancora lavora uno degli ultimi mastazzolari capaci di creare a mano queste meraviglie.  Un’arte antica, purtroppo in via di estinzione. I mostaccioli – o, meglio, in dialetto calabro: “mastazzola” – sono biscotti a pasta piuttosto dura a base di farina e miele d’arancio. Hanno le forme più svariate e (a volte anche un po’  eccessive) e sono decorati da carta stagnola colorata. Sono dei dolci tipici calabresi, che ancora oggi
http://www.scattigolosi.com/wp-content/uploads/mutti-6.jpg
Alla scoperta dei pomodori Mutti
Un invito improvviso, inaspettato. La possibilità di visitare lo stabilimento della Mutti a Parma. Per seguire il viaggio dei pomodori, a partire dai campi fino ai barattoli destinati a finire sulle nostre tavole. Non la faccio tanto lunga, dico solo che sono rimasta molto  sorpresa. Ospitalità a parte – squisita, a cominciare dalla cena di arrivo nella splendida cornice di Villa Ziveri a Bannone di Traversetolo, in compagnia di Francesco Mutti che ci ha introfotto brevemente al  progetto “Sommelier del Pomodoro”, pensato grazie al contributo live dei tre chef Jre, Marianna Vitale (Napoli), Filippo Saporito (Siena) ed Eros Picco (Milano) per “costruire

Di tutto un po’

Gigino Aceto, e il suo sogno di trasformare Amalfi in un giardino di limoni
Non deve essere una persona normale, Gigino Aceto. Almeno, non nel senso letterale del termine. A 85 anni, per esempio, è ancora capace di girare con una sporta in spalla piena di limoni, facendomi vergognare del fiatone che non riesco a tenere a bada nel camminargli alle spalle. Poi, guida ancora la macchina, ma a modo suo: senza alcun bisogno di colori – rossi o verdi che siano – che gli dicano cosa fare. Pazienza, se poi ad andare in giro con lui ti vengono i capelli dritti e bianchi: Amalfi è piccola, per fortuna, e la gente per la strada si sposta
Il mare lo cucino, non lo trivello!
  Il 17 aprile 2016, gli italiani sono chiamati a votare a un referendum, richiesto da nove Regioni, per vietare il rinnovo delle concessioni a trivellare entro le 12 miglia dalla nostra costa.  Se ne parla poco in televisione, ma da qualche tempo si sta diffondendo la notizia sui social network, attraverso hashtag, banner, iniziative di vario tipo. Questo un video bello ed espilcativo sull’argomento, realizzato dai ragazzi del liceo artistico Sabatini Menna.   Il mare riguarda tutti noi. Riguarda anche chi amamiamo e chi ama la cucina e i prodotti gastronomici italiani. Come possiamo rimanere indifferenti di fronte alla
Pensare piano, soprattutto su argomenti che toccano ciò che siamo e ciò che mangiamo. Per esempio, a proposito di Garofalo
  Io sono terrona, questo si sa. Ed orgogliosa di esserlo. E in quanto tale, mi incazzo quando vengono pubblicate notizie grossolane che, con la scusa dello scoop, arrecano danno ad un marchio italiano. Un marchio che è fatto di qualità e di storia e che rappresenta – di fatto – una tra le realtà produttive fondamentali in Campania. Parlo della pasta Garofalo, che non credo abbia bisogno di presentazioni. Detto questo, il fatto. Oggi , su Repubblica, una notizia secondo cui nel porto di Genova è stato sequestrato un grosso quantitativo di pasta , proveniente dalla Turchia – quindi non
Alta ristorazione e ozio di lusso: i migliori hotel relais per soggiorni indimenticabili
Unire un servizio impeccabile tanto nel pernottamento quanto nella ristorazione è un’impresa molto difficile. . E lo è ancora di più riuscire  a garantire la stessa qualità nel tempo, che è ciò che permette ai clienti di innamorarsi di un luogo, di raccontarne con entusiasmo, di tornarvici con gioia. Negli ultimi anni si è molto parlato di ristoranti stellati, di chef famosi, di piatti indimenticabili che, assemblati sul freddo tavolo inox di una cucina professionale arrivano su tavole impeccabilmente apparecchiate da camerieri professionali. Se a tutto questo si aggiungono camere lussuose, spa rigeneranti e servizi alberghieri a 360 gradi capaci di regalare pernottamenti unici, ecco che il risultato sono
Il packaging: solo estetica o anche funzionalità?
Magari non ve ne siete resi ancora conto, ma il confezionamento dei prodotti ha assunto nel tempo un’importanza fondamentale in parecchi settori produttivi. Uno di questi? La pasta, per esempio quella prodotta dalla Barilla, la cui scatola in cartone è uno degli esempio più eclatanti di quanto il il packaging – in questo caso, sagomato e di cartone – possa incidere sullo sviluppo di un efficiente sistema di pallettizzazione in grado di ottimizzare il trasporto della merce in tutto il mondo. La storia della scatola blu parte dagli anni 30 ed è sicuramente un esempio di quanto una scelta indovinata